home
 
 | 

Settore Ong Promossi

Sono in corso 10 iniziative promosse dalle ONG italiane in Palestina per un ammontare di € 10,973,931.53 (6 approvate con CD di 19-09-2013 e 4 approvate con il CD di 25-06-2014)  

 
I settori prioritari di tali interventi saranno:

  • Educazione
  • Minori e disabili
  • Agricoltura e sicurezza alimentare
  • Ambiente e gestione delle risorse naturali
  • Salute

AVSI e Terre des Hommes Italia (3 anni)
Abbracciare la diversitá - programma di educazione inclusiva, volta al superamento delle logiche speciali, nelle scuole palestinesi
Obiettivi: sostenere il Ministero dell'Educazione palestinese e la societá civile nei passi necessari alla realizzazione dell'obiettivo del millennio di “Educazione per tutti”, promuovendo l'accesso  all'educazione attraverso la realizzazione di programmi di educazione inclusiva nelle scuole pubbliche e private di Gerusalemme Est e della Cisgiordania (Betlemme e Gerico).
 
Cesvi (3 anni)
Green Tulkarem: Miglioramento delle condizioni sanitario-ambientali nel Governatorato di Tulkarem attraverso il supporto alla raccolta e il riciclaggio dei rifiuti e la riabilitazione di discariche abusive
Obiettivi: contribuire al miglioramento della  qualità  della  vita,  delle  condizioni  di  igiene  e  salute ambientale  nella  Regione  di  Tulkarem in Cisgiordania, rafforzando le capacità di gestione del Joint Service Council di Tulkarem nella raccolta e nel riciclaggio dei rifiuti attraverso la riabilitazione di due discariche abusive e attività di sensibilizzazione.
 
Ciss e Vento di Terra (3 anni)
EDU-PA-RE: Potenziamento e messa in rete dei servizi educativi e di supporto psicosociale rivolti a minori e donne nelle aree marginali della Cisgiordania, Striscia di Gaza e di Gerusalemme Est
Obiettivi: contribuire al miglioramento della qualitá dei servizi educativi e di supporto psicosociale rivolti ai minori ed alle loro famiglie residenti nelle aree piú marginalizzate della Cisgiordania, della Striscia di Gaza e di Gerusalemme Est.
 
Cric (3 anni):Intervento Ecosostenibile per la Produttività Agricolo/Pastorale in Zone Semiaride del Governorato di Hebron
Obiettivi: contribuire a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici nello sfruttamento produttivo delle terre a maggior vocazione agricolo/pastorale inutilizzate o sottoutilizzate, riducendo l’insicurezza alimentare nelle zone aride e semiaride della Cisgiordania.
 

Educaid (2 anni)
Particip-Action: Partecipazione attiva e inclusione sociale delle persone disabili in Palestina attraverso l’empowerment delle DPOs locali
Obiettivi: rafforzare la struttura organizzativa e le capacità nazionali di coordinamento delle Disabled People Organizations (DPOs) palestinesi in Cisgiordania, al fine di promuovere i diritti delle persone con disabilitá, attraverso corsi di formazione e la creazione di una rete di coalizione delle DPOs stesse.
 

Oxfam Italia e GVC (3 anni)
Dall’acqua ai mercati: una grande sfida per i piccoli allevatori e i gruppi di donne produttrici di latticini della Cisgiordania
Obiettivi: contribuire al miglioramento delle condizioni socio-economiche delle comunità palestinesi della Cisgiordania, dedite alla pastorizia, rafforzando la produzione, la produttività e la sostenibilità del settore ovi-caprino; migliorando l’accessibilità e la gestione delle risorse naturali; offrendo servizi tecnici di qualità e aumentando la capacità di penetrazione di mercato dei prodotti.
 

Aispo (3 anni)
Sviluppo inclusivo in Educazione, Salute e Protezione sociale
Obiettivi: Promuovere politiche e pratiche inclusive a livello istituzionale, condivise con la società civile per la promozione e tutela dei diritti delle persone con disabilità.
 
Di-Svi (3 anni)
Miglioramento della qualità della vita delle fasce più vulnerabili della popolazione nell’area meridionale del Distretto di Hebron
Obiettivi: favorire lo sviluppo umano delle comunità del Distretto di Hebron Sud e migliorare la salute e le condizioni sociali dei nuclei familiari dell’area.  
 
RTM (3 anni)
Alleanza per un’educazione inclusiva e di qualità della prima infanzia in Cisgiordania (AEPIC)
Obiettivi: contribuire all’aumento di qualità e inclusione nei servizi educativi per l’infanzia in Cisgiordania e rafforzare il partenariato pubblico-privato nel settore educativo della prima infanzia nel Governatorato di Betlemme, con scambio di buone pratiche nel resto della Cisgiordania.  
 
Fondazione Giovanni Paolo II (3 anni)
Sostegno ai processi di prevenzione, diagnosi, cura, istruzione e riabilitazione per i malati di sordità nei territori palestinesi
Obiettivi: Migliorare la qualità, la quantità e la sostenibilità dei servizi in favore dei bambini e adolescenti malati di sordità profonda congenita dei territori palestinesi della Cisgiordania centro meridionale in ambito di accoglienza, istruzione e riabilitazione, diagnosi e cura presso il Caritas Baby Hospital e l’Arab Society Beit Jala Hospital e sensibilizzazione e informazione diretta alla prevenzione delle malattie congenite.
 

EDUCAID: WE WORK: inclusione socio-economica delle Donne con Disabilità nella Striscia di Gaza (AID 10586)
L'obiettivo generale è la promozione dell’inclusione sociale delle DcD nella Striscia di Gaza, conformemente alla Convenzione sui Diritti delle Persone con DisabilitàIl progetto agisce per migliorare le condizioni di uno dei gruppi più vulnerabili della società palestinese, ovvero le DcD. Intervenendo sulla dimensione socio-economica si promuove il superamento di un approccio assistenzialista alla disabilità in favore di modello inclusivo che produca un reale empowerment delle PcD, operando al contempo anche nella direzione di un abbattimento dello stigma sociale.

FGPII: Sostegno alla riorganizzazione produttiva, manageriale e commerciale delle coop. di produttori di datteri Palestinesi ed Egiziani (AID 10601)
Il progetto vuole migliorare la qualità e la sostenibilità della gestione organizzativa e strategica delle imprese agricole e dei servizi in favoredei produttori di datteri della Cisgiordania–Jericho e Egitto–Badrashin in ambito di:a)produzioni di alta qualità, ecosostenibili e con marchio di garanziab)management e controllo di gestionec)analisi del mercato e accesso diretto a nuovi canali commerciali.

VIS: N.O.I. Giovani in Palestina – Nuove Opportunità di Integrazione e di Impiego per i giovani vulnerabili palestinesi (AID 10592)
In linea con gli impegni assunti dalla Comunità internazionale, il progetto intende contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione dei Distretti di Betlemme e di Ramallah, in Palestina aumentando i casi di recupero personale e reinserimento sociale (scolastico e lavorativo) di minori palestinesi, con particolare riferimento a quelli vittime di disagio psicosociale nei distretti di Betlemme e Ramallah.
 
SAVE THE CHILDREN ITALIA ONLUS: Riabilitazione e reintegrazione dei bambini palestinesi ex detenuti nelle loro famiglie e comunità in West Bank e Gerusalemme Est (AID 10569)
Il progetto intendo facilitare la rintegrazione dei bambini palestinesi ex detenuti  nelle loro famiglie e nelle comunitàdi origine.
La strategia di intervento si articola su 3 livelli:
1. si fornirà supporto diretto ai minori detenuti ed ex detenuti, affinchérafforzino le capacità di far fronte al trauma subito durante la detenzione; 2. si coinvolgeranno attivamente le famiglie e lecomunità, per favorire la loro reintegrazione sociale; 3. si favorirà l’adozione di un sistemanazionale di protezione dell’infanzia capace di rispondere ai bisogni dei bambini usciti dal carcere.
Operando a livello micro, meso e macro, si favorirà la riabilitazione e reintegrazione sociale dei minori ex detenuti,garantendo la sostenibilità nel tempo delle misure introdotte attraverso una maggiore responsabilizzazione delle autoritàpreposte alla loro presa in carico. I minori saranno coinvolti in un intervento integrato di counselling psico-sociale,sostegno al reinserimento scolastico e orientamento professionale, che darà loro l’opportunità di partecipare a corsi diformazione, avviare attività generatrici di reddito e intraprendere percorsi di tirocinio, mentre le loro famigliebeneficeranno di supporto psico-sociale e maggiori opportunità economiche.
 
ACTIONAID: Empowerment di donne e giovani in Area C della Cisgiordania e aumento della resilienza di comunità vulnerabili (AID 10572)
Il progetto mira pertanto a:a) Sostenere e avviare al lavoro le DcD senza un’occupazione, attraverso attività di mutuo-aiuto socio-psicologico (peer counselling), corsi di formazione e borse-lavoro finalizzati al loro inserimento lavorativo, e la creazione di uno sportello di orientamento e supporto che faciliti le DcD nella ricerca di un lavoro;b) Supportare le DcD con occupazione, grazie alla fornitura di consulenze a micro-imprese gestite da DcD e corsi di formazione avanzati sull’uso dei media, volti a sostenere le attività imprenditoriali delle DcD e rafforzare le loro competenze professionali;c) Sensibilizzare la società palestinese sui diritti delle donne e delle PcD, con particolare attenzione al diritto al lavoro, tramite eventi e attività di awareness raising orientata su più target (CBOs, scuole, cittadinanza).

Progetto ONG Promosso 2012
Overseas (3 anni)
Progetto di riduzione della povertà nelle aree rurali palestinesi attraverso la difesa e la valorizzazione della biodiversità nell’agricoltura biologica locale
Obiettivi: Sostenere agricoltori a passare a forme di agricoltura biologica, a realizzare una banca di sementi autoctoni e a incrementare la produzione agricola di qualità.

AllegatoDimensione
Scheda_ONG_Promossi_con_attività_luglio 2016.pdf215.31 KB