home
 
 | 

Il Governo Italiano supporta UNRWA a Gaza e Cisgiordania con due progetti per 2 milioni di EURO

Gerusalemme, Marzo 2018 - Lo scorso 20 Marzo si è svolta la cerimonia di firma di due diversi accordi di progetto finanziati dal Governo Italiano in favore dell’Agenzia UN Responsabile per i profughi palestinesi UNRWA. Il contributo italiano servirà a creare opportunità di lavoro e training professionali, oltre a garantire interventi per la parità di genere nelle scuole UNRWA in Cisgiordania.
 
La prima iniziativa, per un ammontare di 1,35 milioni di euro, ha lo scopo di generare opportunità di lavoro a breve termine e fornire corsi di formazione attraverso due diversi Centri di formazione professionale UNRWA a Gaza, nel corso del 2018. Il contributo intende anche rafforzare il programma di Formazione Lavoro a Gaza con l’obbiettivo di generare occupazione sul breve periodo per le fasce di rifugiati maggiormente vulnerabili.
 
Il secondo contributo italiano, pari a 650,000 euro, interviene a sostegno di un progetto pilota per la promozione della parità di genere nelle scuole UNRWA della Cisgiordania. Il rispetto dei diritti delle donne e delle ragazze è strettamente correlato al mandato di UNRWA in favore dei rifugiati palestinesi, in considerazione dei rischi che la componente femminile della società vive nella realtà palestinese.
 
L’Italia vanta una lunga e duratura storia di supporto a UNRWA nella regione, per un impegno totale pari a 91,762,678 EURO dal 2007. Nel 2017, il Governo Italiano ha supportato UNRWA con oltre 12 milioni di EURO e prevede di contribuire analogamente anche nel 2018.
La firma degli accordi di progetto è stata siglata dal Console Generale d’Italia a Gerusalemme Fabio Sokolowicz e dal Rappresentante UNRWA Ms. Francoise Vanni, alla presenza del Rappresentante AICS Gerusalemme Cristina Natoli.